come-si-fa-a-sapere-se-si-hanno-debiti-fiscali-con-l'agenzia-delle-entrate?

Come si fa a sapere se si hanno debiti fiscali con l'Agenzia delle Entrate?

Capita spesso di non pagare le tasse, non perché le si vuole evadere e nemmeno perché non si ha la liquidità necessaria per mettersi in regola con il Fisco. Può capitare, infatti, di non versare le tasse semplicemente per dimenticanza.

Basti pensare, giusto per rendere l’idea, a un bollo auto che non è stato pagato oppure a un’annualità del canone RAI non pagata. In tal caso, il contribuente non solo sarà a debito con l’Agenzia delle Entrate, ma ci sarà poi dopo qualche tempo pure la brutta sorpresa.

Come si fa a sapere se si hanno debiti fiscali con l’Agenzia delle Entrate?

Perché i debiti fiscali non onorati saranno poi iscritti a ruolo. E in tal caso arriverà una raccomandata con la ricevuta di ritorno del tutto inaspettata. Ovverosia, quella che prevede la notifica di una cartella esattoriale. E visto che prevenire è sempre meglio che curare, vediamo come capire e come rilevare se con l’Agenzia delle Entrate-Riscossione ci sono dei debiti fiscali pendenti e come eventualmente pagare subito e togliersi il pensiero.

Nel dettaglio, su come si fa a sapere se si hanno debiti fiscali basterà collegarsi online proprio al sito Internet dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione. In quanto, con l’accesso tramite credenziali, tutti i contribuenti possono controllare in qualsiasi momento la propria posizione debitoria con il Fisco. Precisamente, su eventuali cartelle esattoriali a partire dall’anno 2000.

Come controllare online la propria posizione debitoria con il Fisco

Per controllare online la propria posizione debitoria con il Fisco dal portale dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione serve l’autenticazione con un’identità digitale. Ovverosia, utilizzando la Carta d’Identità Elettronica (CIE) o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS) oppure con il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID). Mentre l’autenticazione con il codice fiscale, con la password e con il codice PIN è possibile, dall’1 ottobre del 2021, solo per i professionisti e per le imprese. E questo vale, oltre che per il sito Internet della Riscossione, pure per il portale dell’Agenzia delle Entrate.

Come pagare le cartelle esattoriali, dall’app Equiclick ai canali telematici con pagoPA

Se dopo il controllo online si rilevano cartelle esattoriali da pagare, e la pretesa del Fisco è legittima, allora il contribuente potrà anche sanare la propria posizione subito. Ovverosia, utilizzando il servizio “Paga online”, che è attivo proprio dal portale dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione.

Così come le cartelle esattoriali, tra l’altro, si possono saldare pure con l’app Equiclick e anche comodamente online attraverso Posta e banche. Ovverosia, grazie ai servizi telematici che sono collegati al sistema di pagamento pagoPA.

Lettura consigliata

Cosa succede se non si pagano tasse e cartelle all’Agenzia delle Entrate?

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell’autore, consultabili QUI»)

Related Posts