condannato-il-predicatore-dell’omofobia

Condannato il predicatore dell’omofobia

Predicava contro la comunità LGBTQ+, fermato dalle autorità

A giugno l’uomo ha tenuto un sermone in Bahnhofstrasse (ZH) in cui si è rivolto alla comunità LGBTQ+ con toni impropri

Il 63enne si è difeso sostenendo che durante il discorso non ha fatto altro che citare versi dei “testi sacri”

ZURIGO – Trascorreva le proprie giornate sulle strade di Zurigo a diffondere odio verso gli omosessuali. Il fondamentalista cristiano di 63 anni, che con le sue parole scaturiva molta indignazione, è stato condannato dalle autorità. Durante un sabato di giugno 2021, l’uomo ha offeso la comunità LGBTQ+ attraverso un sermone sulla Bahnhofstrasse, una delle vie dello shopping più frequentate nella città. 

Oggi il Tribunale distrettuale di Zurigo ha condannato il 63enne, di professione docente, a scontare una pena pecuniaria con la condizionale. L’uomo, che predica per le strade di Zurigo dal 1983, è stato ritenuto colpevole di discriminazione e incitamento all’odio. È stato anche condannato per opposizione agli atti di un’autorità in quanto è fuggito dalla polizia quando questa ha cercato di fermarlo. La pena pecuniaria è di 95 aliquote giornaliere da 160 franchi, con un periodo di prova di due anni. Inoltre, deve pagare le spese processuali.

Per il tribunale è chiaro che l’insegnante, ha umiliato e discriminato gli omosessuali. Durante l’udienza, il fondamentalista cristiano ha affermato di aver citato solo le Sacre Scritture. Non gli importa della condanna, perché dà volentieri «tutti i suoi averi per Gesù», ha dichiarato.

I fatti risalgono a un sabato pomeriggio del giugno 2021: davanti a numerosi passanti, il 63enne ha tenuto un “sermone” in mezzo alla strada. In particolare ha dichiarato che l’omosessualità è un peccato e che tali relazioni non hanno alcun valore davanti a Dio. L’amore omosessuale sarebbe solo “desiderio malvagio” e “concupiscenza vergognosa”. Ritiene inoltre che gli omosessuali debbano essere “convertiti”.

 

 

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.