covid,-ragazza-argentina-muore-a-una-settimana-dall’infezione-per-mancanza-di-posti-letto

Covid, ragazza argentina muore a una settimana dall’infezione per mancanza di posti letto

Una ragazza di 22 anni è morta di Covid in Argentina dopo che per diverso tempo non è stato possibile trovare un posto letto libero per lei in ospedale.

Aveva soltanto 22 anni Lara Arreguiz, morta di Covid in Argentina lo scorso venerdì 21 maggio dopo una sola settimana dalla comparsa dei primi sintomi. Oltre ad essere una delle tante tragedie umane di questa pandemia di coronavirus, la storia di Lara racconta in maniera emblematica la situazione critica che sta vivendo l’America Latina nell’affrontare l’emergenza sanitaria.

La foto simbolo di questa tragedia raffigura infatti la giovane dormire sul pavimento dell’ospedale mentre aspetta che si liberi un posto letto; posto che però arriverà quando sarà ormai troppo tardi.

Argentina, ragazza morta di Covid mentre aspetta di essere ricoverata

I primi sintomi del Covid-19 sono comparsi nella giornata del 13 maggio, con la giovane – affetta da diabete – che è stata subito portata dai suoi genitori presso il centro sanitario protomedico di Santa Fè.

Una volta giunti nell’ospedale però i familiari sono stati costretti a sistemare la 22enne su una sedia a rotelle data la mancanza di posti letto.

Da qui, il trasferimento presso l’ospedale Iturriaspe, il quale era però anch’esso al completo, a tal punto che la ragazza si è dovuta sdraiare sul pavimento in attesa che venisse liberato un posto letto per lei.

È proprio in questo stato – coperta da una giacca e con la testa appoggiata su uno zaino – che è stata immortalata da una fotografia che ha fatto il giro di tutto il paese sudamericano.

Argentina, ragazza morta di Covid: le parole della madre

A raccontare la storia della giovane su Facebook è stata la madre Claudia Sanchez, che in un post ha scritto: “So che nessuno mi restituirà mia figlia, ma non voglio che nessun altro attraversi di nuovo questa situazione.

È così che si aspettava di essere trattata nel nuovo ospedale di Iturraspe. Si sentiva molto male e aveva bisogno di farlo”.

La donna ha poi aggiunto: “Ho chiesto il permesso di farla salire su una barella che c’era e loro non mi hanno autorizzato.

Così si è sdraiata per terra ad aspettare il suo turno”.

Argentina, ragazza morta di Covid: l’ultimo saluto al padre

Intervistato da quotidiano argentino La Nacion, il padre della ragazza ha raccontato di quando l’ha vista per l’ultima volta: “Giovedì 20 maggio mi hanno mandato un messaggio dall’ospedale chiedendomi se volessi andare a trovarla per un po ‘. Mi sembrava strano. […] Quando sono arrivato mi sono accorto subito che stava molto male, con una maschera per l’ossigeno.

Mi ha guardato e ha fatto segno come se stesse annegando. Mi sono commosso, non riuscivo a vederla così. Me ne sono andato, ma quando sono tornato a casa mi hanno detto che Lara era andata in terapia e che era stata intubata. Ma venerdì alle 3 del mattino ci hanno detto che è morta”.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *