katerina-tikhonova,-la-figlia-di-putin-si-e-sottoposta-al-“lifting-dei-vampiri”:-di-cosa-si-tratta?

Katerina Tikhonova, la figlia di Putin si è sottoposta al “lifting dei vampiri”: di cosa si tratta?

Katerina Tikhonova, la figlia 35enne del presidente Vladimir Putin, si è sottoposta al cosiddetto “liftig dei vampiri”: in cosa consiste la pratica?

Katerina Tikhonova figlia putin
CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 90

Katerina Tikhonova, la figlia 35enne del presidente Vladimir Putin, si è sottoposta al cosiddetto “liftig dei vampiri”: in cosa consiste la pratica?

Katerina Tikhonova si è sottoposta al “lifting dei vampiri”: di cosa si tratta?

La figlia del presidente russo Vladimir Putin, la 35enne Katarina Tikhonova, ha deciso di sottoporsi a un singolare trattamento facciale noto come il “lifting dei vampiri”.

In considerazione di quanto riportato dalla Bild, la 35enne si sarebbe recata più volte in Germania per effettuare il trattamento che prevede il prelievo del sangue di un paziente per poi iniettarlo nuovamente nella sua pelle al fine di far sparire le rughe. L’intervento, a quanto si apprende, ha un costo pari a circa 4.000 euro.

Il lifting dei vampiri, tuttavia, non rappresenta l’unito trattamento estetico al quale Katarina Tikhonova si è sottoposta nel corso degli anni.

La figlia di Putin, infatti, sembra avere una passione particolare nei confronti dei ritocchi estetici. La donna, infatti, ha spesso fatto ricorso al botox per eliminare le ruche intorno alle labbra tramite l’uso di acido ialuronico.

La passione per i ritocchi estetici della figlia di Putin

A proposito della passione per i ritocchi estetici di Katarina Tikhonova, il canale Telegram che si è schierato contro la guerra in Ucraina Utro Fevralya ha ironizzato: “Sebbene suo padre sia così protettivo nei confronti del suo materiale biologico da portare con sé persino un gabinetto personale ovunque vada, la sua frivola figlia Katerina Tikhonova ha sperperato prezioso biomateriale genetico”.

A ogni modo, il ricorso alla chirurgia estetica e la decisione di cambiare cognome non hanno salvato la 35enne dalle sanzioni che l’Occidente ha varato nei suoi confronti e in quelli della sorella. Sanzioni analoghe a quelle che hanno colpito tutti gli oligarchi russi che intrattengono stretti rapporti con il presidente Putin.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.