la-nebbia-blocca-il-recupero-del-tiger-precipitato

La nebbia blocca il recupero del Tiger precipitato

OBVALDO

29.05.2021 – 18:17

Impossibile per il Kamov di Heliswiss intervenire. Le operazioni sono state interrotte alle 14

L’intervento dell’elicottero, che dovrà trasportare la fusoliera all’aerodromo di Buochs, è stato rimandato a lunedì.

MELCHESEE-FRUTT – La nebbia ha interrotto oggi le operazioni di recupero del Tiger F-5 dell’esercito, schiantatosi mercoledì scorso in una zona disabitata a Melchsee-Frutt, in Obvaldo, durante un volo di addestramento.

Le operazioni erano iniziate stamattina presto. A causa di banchi di nebbia, l’elicottero Kamov di Heliswiss, che può sollevare pesi fino a cinque tonnellate, non è potuto intervenire, ha detto il portavoce dell’esercito Daniel Reist, confermando un’informazione delle testate di CH Media.

Per il suo recupero, il Tiger è stato tagliato in tre parti. Due Superpuma dell’esercito hanno potuto trasportare le parti più piccole del caccia, quella anteriore e quella posteriore, sullo spiazzo di Stöckalp, punto di partenza degli impianti di risalita di Melchsee-Frutt. Da qui sono state caricate su camion che le hanno portate all’aerodromo di Bouchs (NW).

A causa del pericolo di valanghe sul luogo dello schianto, alle 14 le operazioni sono state interrotte. L’intervento del Kamov, che dovrà trasportare la fusoliera direttamente all’aerodromo di Buochs, è stato rimandato a lunedì.

Sul posto sono intervenuti assistenti di volo dell’esercito svizzero, personale di Heliswiss e rappresentanti della polizia militare, ha detto Reist. I lavori preparatori, il taglio dei rottami e il pompaggio del cherosene, sono stati eseguiti venerdì.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *