luigi-de-magistris-presenta-il-suo-nuovo-simbolo:-il-sindaco-della-rivoluzione-mai-cominciata-dimentica-i-suoi-flop

Luigi De Magistris presenta il suo nuovo simbolo: il sindaco della Rivoluzione mai cominciata dimentica i suoi flop

Non si arrende l’ex sindaco di Napoli Luigi de Magistris che non curante dei danni e delle figuracce che ha fatto in politica torna in pista. Questa volta con un movimento tutto suo “Unione Popolare”. «Unione popolare è l’unica vera novità politica di fronte ai saltimbanco del circo della politica – ha detto Dema – In un momento così difficile per il nostro Paese, stiamo assistendo a un riposizionamento politico di politicanti che pensano solo alle poltrone». Così l’ex sindaco con la bandana arancione ha presentato il simbolo di Unione Popolare, movimento politico di cui è portavoce nazionale e che vede insieme ManifestA, Rifondazione e Potere al Popolo.

Un simbolo che riprende i colori arcobaleno della bandiera della pace… Ma non basta, ha fatto anche un tuffo nel passato. «Alla politica delle chiacchiere, noi rispondiamo con candidature di persone credibili e con la testimonianza da portavoce nazionale che dove ho governato abbiamo fatto l’acqua pubblica e non privatizzato i servizi pubblici, risolto la questione rifiuti senza un nuovo inceneritore, stabilizzato i precari, applicato l’articolo 18 anche se eliminato dai governi di centro-sinistra, gestito istituzioni e denaro pubblico senza scandali e con le mani pulite, mettendo al centro cultura ed economia circolare».

Il sindaco della Rivoluzione mai cominciata dimentica che la raccolta differenziata è stata un flop, che ha lasciato il Comune di Napoli con un debito monster che se non ci metteva Roma una pezza la città non poteva più comprare neanche un sacchetto per l’immondizia. E ancora, non ha privatizzato i servizi? Sarà, ma forse avrebbe fatto meglio a farlo considerando che i servizi offerti ai cittadini durante il suo mandato sono stati praticamente nulli…

L’articolo Luigi De Magistris presenta il suo nuovo simbolo: il sindaco della Rivoluzione mai cominciata dimentica i suoi flop proviene da Il Riformista.

Related Posts