mammi-(m5s):-“no-al-vice-infermiere,-si-rispettino-la-professione-infermieristica-e-quella-dell’oss”.

Mammì (M5S): “no al vice-Infermiere, si rispettino la professione infermieristica e quella dell’OSS”.

Intervento nella Commissione Affari Sociali della deputata pentastellata Stefania Mammì: “al vice-Infermiere, si rispettino la professione infermieristica e quella dell’OSS”.

Oggi in commissione Affari Sociali, la deputata pentastellata Stefania Mammì, nel corso di un Question Time ha chiesto di adottare iniziative, anche di carattere normativo tese a salvaguardare i profili professionali dell’infermiere e dell’operatore socio-sanitario e il diritto dei cittadini a ricevere prestazioni appropriate.

On. Stefania Mammì (M5S Lombardia): “La Regione Lombardia si appresterebbe a deliberare l’avvio di corsi di formazione per operatori socio sanitari, della durata di 300 ore, per aumentare le loro competenze, orientandole verso quelle infermieristiche, tanto che la nuova figura sembrerebbe assumere la denominazione di ‘vice infermiere”. Questa formazione dovrebbe rispondere alle esigenze delle strutture assistenziali per anziani, messe in difficoltà dalla pandemia e dalla fuga dei sanitari verso la sanità pubblica. Questa modalità non può essere condivisibile per fronteggiare la carenza di figure infermieristiche, attribuendo agli OSS competenze e responsabilità proprie di questa professione al pari di quanto accaduto nella Regione Veneto. Durante la seduta il Sottosegretario Costa ha chiarito che serve una revisione del profilo OSS e che questi sono sprovvisti delle caratteristiche delle professioni sanitarie e che non possono essergli attribuite mansioni che non gli competono in senso proprio. Il modello lombardo non risolve la carenza di organico, bensì sarebbero i medesimi operatori in servizio ad essere riqualificati ai quali, a fronte di maggiori competenze, saranno attribuite maggiori responsabilità a salario invariato. Ringrazio il Sottosegretario Costa per aver ricordato quale sia il ruolo e le funzioni dell’Oss per aver tenuto conto del significativo contributo professionale fornito dagli OSS nel contesto della pandemia. Ritengo necessario che per rispettare la dignità professionale di entrambe le categorie sia necessario fare chiarezza sulle specifiche mansioni. In particolare accolgo con favore la notizia della recente istituzione di un gruppo di lavoro per la revisione del profilo professionale dell’OSS presso il Ministero della Salute, in linea con quanto richiesto nell’interrogazione a mia prima firma”, conclude la deputata pentastellata Stefania Mammì

L’articolo Mammì (M5S): “no al vice-Infermiere, si rispettino la professione infermieristica e quella dell’OSS”. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Related Posts