matteo-renzi-non-aspettera l’esito-del-voto-in-italia,-andra in-giappone-ai-funerali-di-shinzo-abe

Matteo Renzi non aspetterà l’esito del voto in Italia, andrà in Giappone ai funerali di Shinzo Abe

Il risultato elettorale del Terzo polo lo attenderà Carlo Calenda da solo all’hotel Mediterraneo di Roma. Renzi perciò non sarà presente alla conferenza stampa dopo il voto. È invece in prima fila per le chiusure della campagna elettorale: ben tre fra Milano, Firenze e Roma

Il risultato del voto Carlo Calenda lo vedrà da solo all’hotel Mediterraneo di via Cavour. L’agguerrito leader di Azione infatti resterà a Roma, mentre il leader alleato di Italia viva, Matteo Renzi, ha deciso di volare in Giappone per i funerali di stato del premier Shinzo Abe. L’intenzione l’ha comunicata il partito a Domani. Il senatore di Rignano sull’Arno ha in programma di votare e di volare poi a 9.846 chilometri di distanza dalle elezioni del 25 settembre.

La chiusura al Gianicolo

Matteo Renzi con Shinzo Abe durante il G7 in Giappone (Foto LaPresse/Palazzo Chigi/Tiberio Barchielli)

Renzi non sarà dunque presente alla conferenza stampa dopo il voto, ma è invece in prima linea per le chiusure della campagna elettorale: ben tre quelle programmate. La prima è stata a Milano, giovedì sera. Oggi, venerdì, dopo la tappa mattutina a Firenze, sarà al Gianicolo a Roma con Calenda. Con loro ci saranno anche le ministre ex forziste Mara Carfagna, Mariastella Gelmini, ed Elena Bonetti (Iv). Tutti insieme sul palco di piazzale Garibaldi per chiudere la campagna elettorale della lista Azione-Italia Viva-Calenda.

Anche in tv Renzi ha più o meno latitato. Nei dibattiti l’unico che sta presidiando gli spazi tv è Carlo Calenda, leader designato del Terzo polo. Per il centrodestra invece tutti e tre i leader – Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Silvio Berlusconi – sono comparsi singolarmente in tv, come accaduto giovedì sera a Porta a Porta e come accadrà oggi a La7.

«Nel 2022 saremo decisivi in parlamento», ha detto Renzi. «Nel 2024 costruiremo alle europee la grande casa comune di Renew Europe con Macron (c’è chi sta con Orban e con Le Pen e c’è chi sta con Macron). Nel 2027 punteremo alla maggioranza del paese specie se ci sarà il sistema del sindaco d’Italia. Il progetto è appena partito, ne vedremo delle belle». Intanto però è stato lui a decidere di non farsi vedere nelle ore dopo il voto, preferendo lasciare l’Italia per andare a Tokyo.

© Riproduzione riservata

Related Posts