ti-mostro-il-ticino.-nasce-un-nuovo-lavoro:-la-visita-guidata

Ti mostro il Ticino. Nasce un nuovo lavoro: la visita guidata

CANTONE

22.05.2022 – 09:30

Portare in giro gruppi di turisti alla scoperta del Ticino. Ora lo si fa con una formazione specializzata.

TICINO – Mostrare le bellezze del Ticino ai visitatori, condurre gruppi alla scoperta del patrimonio naturalistico e storico-culturale: da oggi la figura dell’accompagnatore sarà maggiormente professionalizzata. È nato infatti il Diploma cantonale di “Accompagnatore/trice di visite guidate”, un percorso formativo creato dall’Istituto della formazione continua (IFC) in collaborazione con il Dipartimento del Territorio.

Verrà presentato domani, lunedì 23 maggio, a Trevano, ma abbiamo colto l’occasione per parlarne con Elisabetta Decarli-Frick, docente presso l’IFC. “L’idea è nata da un gruppo di lavoro comprendente varie associazioni e fondazioni attive sul territorio. Da questo è emersa la necessità di creare una formazione professionale che fornisca le competenze base a chi accompagna gruppi alla scoperta del territorio cantonale nei più svariati ambiti.”

Quali sono le competenze che il corso si prefigge di fornire ai partecipanti?

“Il corso si concentra nel fornire alle guide le competenze trasversali necessarie per svolgere la loro funzione, come per esempio la comunicazione con i visitatori oppure la gestione dell’imprevisto. La coordinazione del gruppo, l’accoglienza turistica, le responsabilità giuridiche dell’accompagnatore, sono solo tre argomenti dell’ampio ventaglio di tematiche che il corso tratta.”

Il corso è rivolto a chi è già attivo nel terreno oppure a chi debutta in questa professione?

“Entrambe le cose, vogliamo sgravare gli enti e le associazioni che non dispongono delle risorse per formare internamente le proprie guide. Il corso è rivolto anche a persone che già operano ma a cui manca una base solida nell’ambito della comunicazione e nella gestione dei gruppi. Tutto quello che riguarda le capacità strettamente scientifiche non rientrano nella materia trattata dal corso. Quello che offriamo è la possibilità di sviluppare un altro tipo di competenze come la gestione della comunicazione, l’accoglienza turistica oppure la gestione di situazioni d’emergenza. Attendiamo quindi iscritti che già operano attivamente sul territorio, ma anche persone che iniziano soltanto ora ad approcciarsi a questo mondo.”

Come si concretizza la cooperazione con le istituzioni culturali ticinesi?

“Con alcune collaboriamo a stretto contatto. A causa della densità del territorio ticinese in termini di enti e associazioni è impossibile estendere la collaborazione a tutte le istituzioni attive. Principalmente abbiamo un gruppo di lavoro ristretto, grazie al passaparola e alla pubblicità che queste istituzioni hanno offerto siamo riusciti a estendere la collaborazione ad altri enti. Cerchiamo di farci conoscere il più possibile in modo che chi opera nel territorio possa essere a conoscenza della possibilità che offriamo e magari usufruire della formazione.”

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.